Panchakarma

il Panchakarma è una pratica di purificazione e di eliminazione dei dosha viziati e delle tossine attraverso alcune azioni che possono avere valore preventivo, di cura e di preparazione al successivo trattamento rasayana, ossia ringiovanente. È una disintossicazione dei micro e macro canali del corpo. Se gli srotas sono bloccati, anche l’energia del corpo lo è. Ogni srotas rappresenta una continua vibrazione che emette un suono, in risonanza o meno con la fisiologia, che viene trasformato in pensiero, responsabile o meno della manifestazione della malattia.

Fondamentalmente noi siamo costituiti da spazio vuoto ma i condizionamenti, lo stileayurveda-salute di vita, le abitudini alimentari, il tempo, l’usura, l’inquinamento ambientale, portano nel tempo a bloccare i canali con una perdita di funzione e di struttura degli stessi e dei dhatu contenuti all’interno. L’obiettivo del panchakarma è quello di separare, senza provocare danni, i dosha viziati, di aumentare il fuoco digestivo, di portare le tossine ammorbidite attraverso i canali nell’apparato gastrointestinale e poi essere espulse.

Negli esseri umani si succedono e si alternano attività come l’ingestione, la digestione, l’assorbimento, l’eliminazione. Se qualcuno di questi processi è disturbato, si accumulano materiali di scarto nei tessuti del corpo procurando danni più o meno seri.

L’utilizzo di medicine nelle fasi acute della malattia ha il potere di curare temporaneamente i sintomi ma, nello stesso tempo, di accumulare ulteriori scorie, aggravando il lavoro degli organi emuntori. Scopo del panchakarma è rendere morbide le tossine a prescindere da quale dosha sia viziato.

Terapia shamana

Riduce o elimina i sintomi, dà sollievo al paziente, eliminando gli effetti di ama accumulato nel corpo; non va a lavorare sulle cause della malattia. I suoi metodi di trattamento possono essere paragonati al taglio di erbacce in un giardino; ma se poi non si coltiva bene il giardino le erbacce cresceranno ancora. Ugualmente se non eliminiamo ama e non cambiamo la dieta e il comportamento che lo ha creato, i sintomi continueranno a manifestarsi.

Terapia shodana

Letteralmente significa “andare via”, permette di eliminare dal corpo ama e i mala e ristabilire l’equilibrio. Il panchakarma inverte il processo della malattia, che porta i rifiuti tossici dal tratto digerente ai tessuti del corpo, e inverte i movimenti di ama che avvengono nel terzo e quarto stadio della malattia.

Pagina a cura del dr Fabio Basalisco